Condividi:
#Creazioni  #Curiosità 

Installazione RED LIFE.

Pensata per la biennale di Venezia

Red Life è un’opera incompiuta pensata nel periodo accademico per la biennale di Venezia. Un omaggio al pianeta rosso Marte, a fronte delle ultime spedizioni della NASA sul pianeta con i robot Perseverance e il primo drone Ingenuity. Il maestro Walter ha voluto rappresentare con questa opera la monocromaticità della vita. Purtroppo non si è mai potuta effettuare la realizzazione e l’opera non è stata mai portata a termine.  L’istallazione sarebbe stata composta da un acquario funzionante con al suo interno dell’acqua e dei pesci di colore rosso. Questi sarebbero dovuti risultare all’esterno invisibili all’osservatore, riconoscibili solo grazie agli occhietti neri ottenuti utilizzando delle luci a LED di colore rosso. Il maestro avrebbe collocato l’opera in una stanza isolata e buia, in modo da suscitare stupore, inquietudine e mistero negli osservatori, attraverso una visione sicuramente enigmatica, come la scoperta di Marte.

Nell’articolo troverete delle foto di Xausa mentre sta per creare l’opera, ripulendo un vecchio acquario regalato da un amico fotografo, Matteo Silva, e alcuni esempi di come avrebbe potuto essere l’installazione.

 

 

slider
slider
slider
slider
slider
slider
slider